CONSIGLIO NAZIONALE PER L'ALTA FORMAZIONE ARTISTICA E MUSICALE
(organo consultivo di cui all'art. 3, comma3, della legge 21 dicembre 1999, n. 508)

Prot. n. 3258                                                                 Roma, 24 giugno 2004

                                                                           alla     Dott.ssa Olimpia Marcellini

Direttore Generale per lo studente, per il diritto allo studio

         Sede

                                                                  e p.c. al       Dott. Giorgio Bruno Civello

Direttore Generale per l’alta formazione artistica, musicale e coreutica

         Sede

OGGETTO: Bozza di decreto di revisione del DPCM 9 aprile 2001 “Uniformità di trattamento sul diritto agli studi universitari”: richiesta di parere.

Adunanza dell’11 giugno 2004

IL CONSIGLIO NAZIONALE PER L'ALTA FORMAZIONE ARTISTICA E MUSICALE:

§         vista la legge 2 dicembre 1991, n. 390 ed in particolare l’art. 4;

§         vista la legge 21 dicembre 1999, n. 508 e successive integrazioni;

§         vista la richiesta di parere del 14 aprile 2004, prot. 1359;

§         vista la successiva richiesta di parere dell’8 giugno 2004, prot. 1891;

approva all’unanimità il seguente parere:

Il CNAM esprime la più viva preoccupazione e contrarietà sul rinvio, ormai da quattro anni, di una piena e compiuta integrazione dell’Alta Formazione Artistica e Musicale all’interno del sistema del Diritto allo Studio e la conseguente discriminazione ai danni degli studenti dell’Alta Formazione Artistica e Musicale nei confronti degli studenti delle università.

Questa singolare inadempienza, aggravata da conflitti tra soggetti istituzionali che non dovrebbero ricadere a danno dei cittadini, rende vano ogni esercizio di approvazione e proroga per un altro ulteriore anno del provvedimento il quale non da risposta alle legittime richieste del sistema dell’Alta Formazione Artistica e Musicale;

chiede

che il gruppo di lavoro incaricato di individuare e definire il nuovo testo del DPCM proceda nell’attività di elaborazione, finora ben svolta, al fine dell’emanazione in tempi rapidi di un nuovo provvedimento che tenga doverosamente conto degli articoli 33 e 34 della Costituzione, della legge 508/99 e decreti applicativi successivi, della legge 268/02 e della legge 143/04;

chiede

che l’amministrazione attivi già da subito un coordinamento atto a monitorare, attraverso forme di collaborazione con le Regioni, l’effettiva applicazione del diritto allo studio con particolare riferimento al fondo integrativo;

chiede

l’emanazione di una nuova legge sul Diritto allo studio che tenga in giusta considerazione il sistema dell’Alta Formazione Artistica e Musicale affinché crei i presupposti giuridici per la totale ed inequivocabile estensione del Diritto allo studio agli studenti dell’Alta Formazione Artistica e Musicale, anche attraverso un comparto specifico per la ripartizione del fondo integrativo riservato al settore dell’Alta Formazione Artistica e Musicale.

IL SEGRETARIO                                         IL PRESIDENTE

Dott. Roberto Morese                                     Prof.ssa Dora Liguori